di Beatrice Ciancarella

Massimo Cotto e Piero Sidoti aprono la rassegna Diecipiù a Talmassons

 

La sera di venerdì 20 aprile nell’auditorium comunale si spengono le luci. Scende il silenzio. Si alza il sipario: due spartiti e due microfoni. Quello che viene dopo è un viaggio nel tormentato e dolce mare della canzone, della poesia, della vita. Una cascata di pezzi, splendidamente interpretati da Sidoti, e intermezzi narrativi sui massimi cantautori italiani e francesi, a cui è stata data voce da Cotto.

Diecipiù è una rassegna ideata appunto da Piero Sidoti volta ad avvicinare scuola e teatro attraverso progetti, attivi ormai in più di 15 scuole del territorio, ed eventi che hanno accolto grandi ospiti come Simone Cristicchi, Matteo Oleotto e Giuseppe Battiston. La rassegna, alla sua seconda edizione, si pone il fine di avvicinare i giovani al mondo del teatro affinché possano conoscersi e migliorare le loro capacità relazionali. Diecipiù, inoltre, ha il merito di incentivare iniziative culturali di spessore anche in piccoli centri del Friuli, come Talmassons.

Con il tempo, sai – Avec les temps è il titolo dello spettacolo che racconta Jacques Brel, Gino Paoli, Edith Piaf, Luigi Tenco, Yves Montand, Bruno Lauzi, Fabrizio De André, Ivano Fossati e molti altri andando, come recita la locandina, tra Genova e Parigi in un omaggio al grande Gianmaria Testa.

Il filo rosso della narrazione è l’esistenzialismo, la corrente di pensiero, nata tra il XVIII e il XIX secolo dalla crisi storica dei valori tradizionali, in cui prevale l’individualità della riflessione, della solitudine. L’angoscia che deriva dall’indagine sul senso della vita degli esistenzialisti francesi si traduce, a partire dagli anni Cinquanta, nella musica europea; dando vita al fervente cantautorato portato in scena in piccola parte a Talmassons.

La rappresentazione è riuscita ottimamente grazie anche all’intesa tra Massimo Cotto, grande figura nella scena musicale italiana e anche internazionale e noto giornalista e conduttore, e Piero Sidoti, professore a Talmassons, ma anche cantautore e vincitore della Targa Tenco 2010: due esperti di musica e di teatro, che hanno saputo sintetizzare due arti con un risultato emozionante. Alla rappresentazione erano presenti anche gli stessi Battiston, con cui Sidoti si è esibito nella canzone Leggermente, e Oleotto.