La partecipazione  alla quinta edizione del “Concorso Musicale Giovani in Crescendo” di Pesaro con la nostra jazz band si è rivelata un’ottima occasione di confronto, crescita e apertura a nuove sperimentazioni per gli studenti che vi hanno preso parte. Questo concorso è riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca ed è stato inserito nel Programma annuale per la valorizzazione delle eccellenze al fine di promuovere e incoraggiare le esperienze in ambito musicale. Esso è rivolto alle scuole medie ad indirizzo musicale, alle scuole superiori, ai licei musicali, ai conservatori di musica e alle scuole ed accademie musicali private.

Quest’anno le selezioni si sono svolte nei giorni 3, 4 e 5 maggio al Teatro Rossini di Pesaro, davanti ad una giuria di artisti di valore: ogni gruppo ha avuto a disposizione dieci minuti di esecuzione con libera scelta per quanto riguarda il genere musicale e i vincitori, e i primi tre classificati per ogni categoria sono stati premiati durante la serata finale del concorso, tenutasi sempre al Teatro Rossini il 5 maggio. I primi due classificati per ognuna di queste categorie, inoltre, si sono nuovamente esibiti durante la serata davanti ad un pubblico numeroso. La nostra jazz band, che già si era classificata al primo posto durante l’edizione del 2016, con grande soddisfazione per i suoi componenti e in generale per la nostra scuola, ha nuovamente ottenuto il primo posto nella categoria “Scuole superiori”, vincendo il Premio per la migliore esecuzione strumentale e un oggetto d’arte realizzato dagli allievi della Scuola del Libro di Urbino. Si è trattato di un’esperienza molto entusiasmante per i nostri musicisti, che hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con altri gruppi musicali, di trascorrere tre giorni in compagnia visitando importanti attrazioni come il Museo Nazionale delle Marche e soprattutto di constatare il fatto di aver costruito insieme qualcosa che è stato apprezzato e riconosciuto: questo vuol dire sentirsi parte di un gruppo musicale.

 

di Giulia Di Giusto 5^B