di Alice Tomada

 

In un mondo come quello odierno, dominato dal progresso della tecnologia, in cui ogni individuo è sempre più concentrato esclusivamente su sé stesso e sulla propria esistenza, molte importanti abitudini si stanno lentamente estinguendo.

Una di queste è sicuramente la lettura.

I libri, infatti, sono ormai stati sostituiti dai cellulari e nuove mode hanno preso il sopravvento. Inoltre, nella nostra frenetica esistenza in cui ogni singolo secondo pare occupato da impegni insormontabili, ritagliare anche solo un piccolo spazio di tempo per dedicarsi alla lettura sembra davvero impensabile. Questo, sfortunatamente, soprattutto nelle nuove generazioni. Eppure, la lettura continua ad essere importante; leggere un buon libro e perdersi in un mondo parallelo e immaginario dimenticando, anche solo per poco, la frenesia che accompagna la nostra vita è necessario.

Poiché sì, la lettura potrà essere considerata da molti un’abitudine antica ma è l’unico strumento che permette all’uomo di essere davvero libero.

Solo leggendo l’individuo ha la possibilità di creare una propria personale opinione sulla realtà e su ciò che lo circonda. Solo attraverso la lettura si scoprono realtà che non si immaginava nemmeno potessero esistere, si impara ad aprirsi al mondo e al diverso guardando le cose da una prospettiva nuova e differente.

“Puoi leggere… e sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura”

Così recita una famosa frase del celebre scrittore Pier Paolo Pasolini.

In questo consiste, forse, il più grande insegnamento che un semplice libro può trasmettere: non conformarsi alla massa. Non farci condizionare dall’opinione altrui finendo con l’assumere il pensiero degli altri.

Occorre sviluppare un personale spirito critico, occorre valutare la realtà secondo il nostro punto di vista e solo conoscendo e acculturandosi è possibile giungere a tale obiettivo. Ed è proprio la lettura che permette alla cultura di insediarsi all’interno dell’animo umano.

Leggendo si possono arrivare a conoscere, direttamente o indirettamente, gli argomenti e i temi presenti all’interno delle nostre vite, troppo spesso dimenticati dalla nostra società, concentrata com’è sui problemi e sulle questioni più futili e marginali.

Ogni libro, di qualsiasi genere e di qualsiasi autore, classico o contemporaneo, contribuisce ad arricchire il nostro sapere e ci avvicina sempre più alla vera libertà, diversa e distante da quella apparente che siamo convinti di possedere.

Alla luce di ciò appare quindi davvero necessario e importante ripristinare l’abitudine della lettura, non solo per il piacere che da essa può derivare e per la possibilità di evadere dal mondo reale e frenetico nel quale siamo quotidianamente immersi, ma soprattutto per riuscire davvero a diventare liberi e unici padroni di noi stessi e del nostro pensiero.