Frequentare l’Università all’estero può sembrare molto più difficile di quanto lo sia effettivamente. Esistono molte destinazioni possibili, ma in questo articolo parleremo principalmente del Regno Unito, che è la meta da noi scelta. La domanda di ammissione nelle università dell’UK si fa attraverso il sito ucas.com, il quale permette di preparare un’unica domanda per cinque università diverse (e volendo anche cinque corsi diversi). L’unica limitazione è che non si può inoltrare la richiesta sia a Cambridge che a Oxford, ma soltanto a una delle due. Per preparare questa domanda consigliamo di iniziare nell’estate tra la quarta e la quinta, dato che il processo è molto lungo. La parte più impegnativa e importante è il personal statement, ovvero un testo in cui si espongono le proprie capacità ed esperienze, fondamentale perché principalmente in base a questo potrete ricevere delle proposte dalle università da voi scelte. Per alcune, invece, prima di ricevere delle offerte verrete invitati a fare un test e/o a tenere un colloquio. In aggiunta è necessario chiedere ad un proprio professore una lettera di presentazione (reference letter), nella quale esporre i motivi per cui meritate di essere presi. Se pensate che un’esperienza simile potrebbe essere troppo costosa, considerate che è possibile chiedere un prestito al governo inglese affinché vi venga pagata la retta universitaria e dovrete restituire questi soldi  solamente quando avrete uno stipendio fisso. Sono inoltre disponibili varie borse di studio per vitto e alloggio. Queste agevolazioni sono valide fino a quest’anno, ma potrebbero essere modificate anche a causa della Brexit. Nonostante ciò, consigliamo lo stesso questo genere di esperienza perché aiuta a responsabilizzarsi e a perfezionare l’inglese, lingua che sta diventando sempre più indispensabile nelle nostre vite.

Esiste inoltre un’altra meta molto interessante per coloro che vorrebbero studiare all’estero, ovvero gli Stati Uniti: in questo paese le università sono molto più costose, ma ci sono alcune borse di studio che permettono di coprire completamente le spese. È consigliabile però informarsi per la domanda di ammissione fin da subito, dato che la procedura è molto più lunga.

 

di Federico Stazi e Thomas Scarinzi (5^D)