È ormai nota la recente entrata in vigore del progetto di alternanza scuola-lavoro che a partire dall’anno scolastico 2015-2016 riguarda anche tutti i liceali. Un’interessante attività proposta alle prime classi coinvolte prevedeva lo svolgimento di alcune lezioni presso i campus universitari di Udine. In particolare l’esperienza al campus umanistico comprendeva un periodo di due settimane in cui una prima parte era dedicata alle lezioni frontali tenute dai vari docenti universitari, mentre la restante si concentrava direttamente sulle materie in questione con la produzione finale di un documento redatto in base alle conoscenze acquisite durante l’attività di alternanza.

Le discipline toccate sono state le più disparate, dalla filologia greca e latina alla paleontologia, oltre alla storia medievale piuttosto che specifiche lezioni interdisciplinari, risultate davvero piacevoli grazie alla competenza dei docenti.

È stato svolto un vero e proprio percorso storico: a partire da antiche divinità come il dio Thoth, al quale veniva attribuita l’invenzione della scrittura, si è giunti all’analisi del sistema di scrittura e memoria di un computer. Gli argomenti trattati hanno portato i ragazzi a riflettere su numerose questioni che oggi vengono spesso ignorate: quali furono le esigenze degli antichi che li portarono all’invenzione della scrittura? com’è possibile che da incomprensibili (almeno a noi) ideogrammi pittosto che logogrammi siamo arrivati al tipo di scrittura che leggiamo ora? La storia di quest’ultima ‘a’ ad esempio è davvero curiosa.

Quindi oltre allo studio specifico dei singoli argomenti, i ragazzi hanno intrapreso un percorso di traduzione durante la seconda settimana di attività che li ha portati alla fine dell’esperienza ad avere notevoli competenze. Sono stati tradotti e trascritti infatti documenti mai toccati in precedenza, tratti da manoscritti, tra i quali alcuni consultabili alla biblioteca Joppi di Udine che può vantare un vasto repertorio.

Questo tipo di attività è estremamente valido e vantaggioso poichè vengono affrontati argomenti che raramente trovano spazio all’interno dei programmi scolastici e anche per questo motivo è assolutamente da riproporre.